Assicurazione viaggio in Italia: polizza sanitaria, medica, annullamento

Assicurazione viaggio in Italia: polizza sanitaria, medica, annullamento

assicurazione viaggio italia

Mentre scrivo queste righe, l’Italia sta iniziando ad uscire dalla piena emergenza covid-19 e si avvia alla cosiddetta “fase 2”, in cui la parole d’ordine sarà ancora distanziamento sociale. Si prospetta quindi un lento rientro alla normalità, consapevoli che ad oggi risulta impossibile fare previsioni sul quando potremo tornare a vivere una quotidianità “normale”.
Molti operatori del settore turistico, in grande affanno, si chiedono anche quando si potrà tornare a viaggiare non solo nel mondo ma anche in Italia, destinazione che forse esploderà non appena sarà possibile girare liberamente per la penisola.

L’estate 2020 non sappiamo se contemplerà la parola “viaggio” e se i confini nazionali ed internazionali saranno aperti. Nella migliore delle ipotesi sarà l’anno dei last minute di fine estate con una buona percentuale di viaggiatori italiani che deciderà di rimanere nel nostro paese.

Questo spazio, questo post sarà nei prossimi tempi dedicato alla raccolta delle migliori soluzioni per assicurarsi nei viaggi in Italia ai tempi del nuovo coronavirus. Sto già da qualche giorno lavorando per capire quali garanzie possono essere utili in questo momento nel caso in cui dovesse ripartire il turismo, quantomeno domestico.

Quali sono le polizze per un viaggio in Italia utili ai tempi del covid-19?

Ad oggi non ho trovato alcuna polizza. Torna su questa pagina per le novità.
Aggiornamento al 9-4-2020

Qual è la situazione delle polizze viaggio in Italia?

Oggi il mondo delle polizze viaggio è in stand by, in attesa di sviluppi significativi: ad oggi non conosco un prodotto che garantisca il pagamento delle spese sanitarie o comunque di sinistri in genere inerenti al sars cov-2: si tratta di un rischio troppo grande da correre in questo momento.
Per chi viaggia in Italia o in Unione Europea questo non è un grosso problema poiché l’assistenza medica è garantita rispettivamente dal nostro sistema sanitario e dalla tessera europea di malattia (il codice fiscale per intenderci).
Più complessa la situazione per chi vuole recarsi fuori UE, in paesi dove non ci sono accordi sanitari con il nostro: in questo caso è bene attendere gli sviluppi della situazione perché ad oggi sia assistenza medica, sia eventuali rimpatrio sarebbero a carico del paziente.

Quali potrebbero essere garanzie utili per il covid 19?

Oggi è un po’ complesso valutare e definire a priori quali potrebbero essere delle garanzie importanti in un contesto di incertezza legata ad una possibile diffusione del nuovo coronavirus. Sicuramente vale la pena concentrarsi sulla copertura “interruzione del viaggio” e creare quindi degli strumenti di aiuto in caso di eventi di interruzione causati proprio da sinistri inerenti al sars-cov2. Si possono pensare a diarie da quarantena a ri-proiezioni dei voli persi per controlli sanitari.
Prima di andare a definire un quadro di garanzie utili è bene attendere l’evolversi di una situazione che anche i massimi esperti faticano a prevedere.

Andrea
Scritto da
Andrea
Andrea Tobanelli